A Torino il Salone del Libro: cinque giorni di incontri con gli scrittori del momento

Il direttore Ernesto Ferrero ha definito la prossima edizione del Salone del Libro come “la più bella e ricca di sempre”. Nei locali del Lingotto

431615_524621707566503_247790806_nsaranno presenti più di 1.000 espositori di cui 70 nuovi editori tra i quali 24 indipendenti nella sezione “Incubatore”.

“Un appuntamento di cui il mondo dell’editoria non può più fare a meno – ha detto il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino – e di grande respiro internazionale, considerato e stimato anche da enti quali la Fiera di Francoforte e il Salone di Parigi”. A inaugurare il Salone 2016 sarà il ministro della Cultura Dario Franceschini, nello stesso giorno, il 12, in cui sarà anche il presidente emerito Giorgio Napolitano per presentare il suo libro “Europa, politica, passione”. Sabato 14 maggio l’ospite “politico” sarà invece il premier Matteo Renzi.

Tantissimi gli scrittori, gli intellettuali e gli outsider che parteciperanno alla kermesse (qui il programma in continuo aggiornamento) che quest’anno sviluppa il tema “Visioni”.

Tra i personaggi attesi a Torino Antoine Leiris, il giornalista francese che ha perso la moglie Helene nella strage al Bataclan di Parigi, e scritto la lettera ai terroristi “Non avrete il mio odio”, e il fisico Roberto Cingolani, direttore dell’Istituto italiano di Tecnologia (Iit) di Genova che porterà al Salone il suo robot androide ICub, l’astronauta Samantha Cristoforetti che presenterà il suo libro dedicato ai ragazzi.

Tra gli scrittori “puri” da non perdere gli incontri con Massimo Carlotto, Donato Carrisi, Claudio Magris, Erri DE Luca, Marco Malvaldi, Jeffery Deaver, Andrea Vitali, Clara Sanchez, Dacia Maraini, Alessandro Robecchi, Roberto Saviano.

Piccola novità per i visitatori: quest’anno verrà introdotto un biglietto ridotto, dopo le 18, in stile Expo, rivolto soprattutto ai giovani che potranno così partecipare agli incontri con Vecchioni, Guccini, Ligabue, Venditti e molti altri artisti pop.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *